Cessione del Quinto Napoli

Richiedi il Preventivo Senza Impegno! Compila ora il Modulo Online!

Preventivo Gratis in 1 Minuto

* Il richiedente ricevuta e presa visione dell'informativa sulla privacy (D.L.196/03) esprime il proprio consenso al trattamento dei dati personali

Cessione del Quinto Napoli

Cessione del Quinto Napoli

Cessione del Quinto Napoli al miglior tasso di interesse per Dipendenti e pensionati.

Con la Cessione del Quinto Napoli puoi:

  • Rimborsare il finanziamento fino a 120 mesi, una durata che nessun altro prestito può darti.
  • Non devi dare garanzie aggiuntive, puoi fare tutto da solo con la tua firma.
  • Mantenere le rate mensili sempre costanti.
  • Avere delle garanzie, nella rata è compresa un’assicurazione.

ESEMPIO

Puoi avere 23.101,40 € Con una rata di 250,00 € per 10 anni

Tan fisso 4,62% Taeg fisso 5,58%, *Importo totale dovuto dal consumatore: 30.000


Cosa prevede

La cessione del quinto è una tipologia particolare di prestito che prevede le rata vengono detratte direttamente dallo stipendio dei dipendenti o dalla pensione per i pensionati tramite trattenuta diretta sulla busta paga o sulla pensione. La rata  può avere un importo massimo pari al 20% del salario, ovvero 1/5 della busta paga o della pensione valutato al netto delle ritenute.

A chi si rivolge

Può richiedere la cessione del quinto chiunque abbia uno stipendio, inclusi i neoassunti muniti di busta paga da almeno tre mesi, sia statali sia para-statali, ma anche privati, che abbiano un contratto a tempo indeterminato. In alcuni casi, viene concessa anche ai titolari di contratti a progetto o a termine, a condizione che la durata del prestito non superi quella della scadenza del contratto a tempo determinato.

La cessione del quinto è dedicata anche ai pensionati di tutti gli enti pensionistici e ai soggetti protestati. Ha una durata minima di 24 mesi e una massima di 10 anni e, nel caso dei pensionati, il prestito deve essere estinto interamente entro gli 85 anni di età del richiedente.

Come funziona la trattenuta su stipendio o pensione?

Nella Cessione del Quinto è previsto il coinvolgimento del datore di lavoro nell’estinzione del prestito, condizione essenziale per l’erogazione del finanziamento: questo perchè sarà il datore di lavoro, che non può rifiutare di accettare una richiesta da parte dei dipendenti, a pagare la rata alla banca trattenendo contestualmente l’importo dalla busta paga del proprio dipendente.

Nel caso dei pensionati, spetta all’ente di previdenza trattenere e versare mensilmente la rata concordata con la banca.

Garanzie

La stipula della Cessione del Quinto, per legge, prevede anche l’inclusione obbligatoria di un’assicurazione sui rischi vita ed impiego. Nel caso di “rischio impiego”, per i dipendenti di aziende private, l’assicurazione interviene, ma ha diritto di rivalsa nei confronti del debitore, nei limiti del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) fino a quel momento maturato: tale cifra, messa da parte dall’azienda in un apposito fondo, resta indisponibile per il dipendente che ha stipulato il prestito. Nel caso di “rischio vita”, invece, l’assicurazione interviene senza vantare diritto di rivalsa nei confronti degli eredi.

Proprio per la modalità di rimborso adottata, che avviene tramite una ritenuta diretta sullo stipendio o sulla pensione, limita notevolmente il rischio di insolvenza volontaria del debitore: una volta avviato il contratto di cessione del quinto, l’utente non può più revocare il pagamento. Per questo motivo, i prestiti con cessione del quinto possono essere richiesti anche da persone protestate o segnalate alle centrali rischi come cattivi pagatori.

Richiedi un Preventivo Cessione del Quinto Napoli, avrai un esperto a tua disposizione, senza impegno.

Ottieni fino 60.000 euro